Menù di navigazione

Regolamento 6 giugno 2011, n. 21/R

Modifiche al decreto del Presidente della Giunta 6 maggio 2009, n. 23/R (Regolamento di attuazione dell'art. 9 della legge regionale 30 dicembre 2008, n. 73 “Norme in materia di sostegno alla innovazione delle attività professionali intellettuali”. Fondo di rotazione per la prestazione di garanzie per i giovani professionisti).

Bollettino Ufficiale n. 26, parte prima, del 17 giugno 2011




Il PRESIDENTE DELLA GIUNTA


EMANA


il seguente regolamento



PREAMBOLO


La Giunta regionale


Visto l’Sito esternoarticolo 117, comma sesto, della Costituzione ;


Visto l’articolo 42 dello Statuto;


Vista la legge regionale 30 dicembre 2008 n. 73 (Norme in materia di sostegno alla innovazione delle attività professionali intellettuali), come modificata dall’articolo 131 della legge regionale 29 dicembre 2010 n. 65 (Legge finanziaria per l’anno 2011);


Visto il decreto del Presidente della Giunta 6 maggio 2009, n. 23/R (Regolamento di attuazione dell'art. 9 della legge regionale 30 dicembre 2008, n. 73 “Norme in materia di sostegno alla innovazione delle attività professionali intellettuali”. Fondo di rotazione per la prestazione di garanzie per i giovani professionisti);


Visto il parere favorevole del Comitato tecnico di direzione espresso nella seduta del 3 marzo 2011;


Visto il parere della competente struttura di cui all’articolo 16 del regolamento interno della Giunta regionale 15 novembre 2010, n. 2:


Vista la preliminare adozione dello schema di regolamento con deliberazione della Giunta regionale 21 marzo 2011, n. 170;


Visto il parere favorevole della III commissione consiliare (Sviluppo economico), espresso nella seduta del 4 maggio 2011;


Visto l’ulteriore parere della competente struttura di cui all’articolo16, comma 4 del Regolamento interno della Giunta regionale Toscana 18 maggio 2009, n. 1;


Vista la deliberazione della Giunta regionale 30 maggio 2011, n. 434;


Considerato quanto segue:


1. con la legge finanziaria per il 2011 si è intervenuto sull'articolo 9 della legge regionale 30 dicembre 2008, n. 73 , relativo al fondo regionale di rotazione per la concessione di agevolazioni finanziarie per i giovani professionisti, modificando i criteri di riparto al fine di per dare concreta operatività al fondo stesso ed esplicitando che;


2. è necessario apportare le modifiche conseguenti alle disposizioni regolamentari che disciplinano il funzionamento del fondo di rotazione;


3. è altresì opportuno, al fine di fugare incertezze interpretative, esplicitare che nel novero dei beneficiari rientrano anche gli Ordini, i Collegi e le associazioni professionali;


4. si accoglie il parere della III commissione consiliare (Sviluppo economico), adeguando conseguentemente il testo;


si approva il presente regolamento