Menù di navigazione

Legge regionale 8 settembre 2017, n. 50

Semplificazioni in materia edilizia. Adeguamento ai decreti legislativi 126/2016, 127/2016 e 222/2016. Modifiche alle leggi regionali 65/2014 , 39/2005 e 68/2011 .

Bollettino Ufficiale n. 37, parte prima, del 15 settembre 2017

Art. 43
Introduzione delle limitazioni all'attività edilizia. Modifiche all'articolo 222 della l.r. 65/2014
1. Alla fine della rubrica dell’articolo 222 della l.r. 65/2014 sono aggiunte le parole: “
e disposizioni specifiche per i comuni dotati di regolamento urbanistico vigente alla data del 27 novembre 2014
”.
3. Dopo il comma 2 dell'articolo 222 della l.r. 65/2014 è aggiunto il seguente:
2 bis. Nei cinque anni successivi all'entrata in vigore della presente legge, i comuni dotati di regolamento urbanistico vigente alla data del 27 novembre 2014, possono adottare ed approvare varianti al piano strutturale e al regolamento urbanistico che contengono anche previsioni di impegno di suolo non edificato all'esterno del perimetro del territorio urbanizzato, come definito dall'articolo 224, previo parere favorevole della conferenza di copianificazione di cui all'articolo 25.
”.
4. Dopo il comma 2 bis dell'articolo 222 della l.r. 65/2014 è aggiunto il seguente:
2 ter. Per i comuni dotati di regolamento urbanistico vigente alla data del 27 novembre 2014, decorso il termine di cui al comma 2, non sono consentiti gli interventi di cui all'articolo 134, comma 1, lettere a), b), b bis), f) ed l), fino a quando il comune non avvii il procedimento per la formazione del nuovo piano strutturale. Sono comunque ammessi gli interventi previsti nelle varianti approvate ai sensi del comma 2 bis, gli interventi edilizi consentiti alle aziende agricole, gli interventi previsti da piani attuativi approvati e convenzionati; sono altresì ammessi gli interventi
convenzionati comunque denominati la cui convenzione sia stata sottoscritta entro il termine di cui al comma 2.
”.