Menù di navigazione

Legge regionale 5 agosto 2011, n. 39

Modifiche alla legge regionale 1 dicembre 1998, n. 89 (Norme in materia di inquinamento acustico) e alla legge regionale 1 dicembre 1998, n. 88 (Attribuzione agli Enti locali e disciplina generale delle funzioni amministrative e dei compiti in materia di urbanistica e pianificazione territoriale, protezione della natura e dell'ambiente, tutela dell'ambiente dagli inquinamenti e gestione dei rifiuti, risorse idriche e difesa del suolo, energia e risorse geotermiche, opere pubbliche, viabilità e trasporti conferite alla Regione dal Sito esternoD.Lgs. 31 marzo 1998, n. 112 ).

Bollettino Ufficiale n. 41, parte prima, del 10 agosto 2011

Art. 7
1. Al comma 1 dell’articolo 5 della l.r. 89/1998 le parole:
“ed alla provincia”
sono sostituite dalle seguenti:
“ed alla provincia ed ai comuni confinanti, con le modalità di cui al comma 5, lettera a)”.
2. Il comma 2 dell’articolo 5 della l.r. 89/1998 è sostituito dal seguente:
“2. Contestualmente all'adozione del progetto di piano, il comune individua un garante della comunicazione sul procedimento, con le modalità ed i compiti previsti dalla l.r. 1/2005.”.
3. Al comma 3 dell’articolo 5 della l.r. 89/1998 le parole:
“quarantacinque giorni”
sono sostituite dalle seguenti:
“sessanta giorni”.
4. Al comma 4 dell’articolo 5 della l.r. 89/1998 le parole
“sessanta giorni”
sono sostituite dalle seguenti:
“settantacinque giorni”.
5. Dopo il comma 4 dell’articolo 5 della l.r. 89/1998 è inserito il seguente:
“4 bis.Il piano di classificazione acustica è redatto in formato elettronico per mezzo di strumenti informatici, nel rispetto di quanto previsto dalla l.r. 54/2009 e dalla normativa nazionale in materia di amministrazione digitale.”.
6. La lettera a) del comma 5 dell’articolo 5 della l.r. 89/1998 è sostituita dalla seguente:
“a)è immediatamente depositato nella sede del comune ed è trasmesso alla Giunta regionale ed alla provincia territorialmente competente attraverso l’interoperabilità di protocollo informatico o altre modalità telematiche basate su tecnologie in grado di attestare provenienza, invio e consegna delle comunicazioni;”.
7. Il comma 9 dell’articolo 5 della l.r. 89/1998 è sostituito dal seguente:
“9. Ai fini della redazione dei piani di classificazione acustica, ed altresì di quelli disciplinati dagli articoli 8 e 9, i comuni possono avvalersi del supporto tecnico dell’ARPAT nelle forme e con le modalità previste dalla l.r. 30/2009. I comuni acquisiscono altresì il parere delle aziende unità sanitarie locali competenti per territorio nonché dell’ARPAT, qualora non si siano avvalsi del supporto tecnico della medesima agenzia.”.