Menù di navigazione

Legge regionale 21 febbraio 2020, n. 14

Disposizioni sulla gestione e valorizzazione del patrimonio immobiliare delle aziende e degli enti del servizio sanitario regionale. Modifiche alla l.r. 40/2005 .

Bollettino Ufficiale n. 9, parte prima, del 26 febbraio 2020

Art. 11
Trattativa privata. Inserimento dell’articolo 115.4 nella l.r. 40/2005
1. Dopo l’articolo 115.3 della l.r. 40/2005 è inserito il seguente:
Art. 115.4 Trattativa privata
1. In caso di mancata presentazione di offerte, o in presenza solo di offerte inammissibili, l’azienda o ente del servizio sanitario regionale può procedere all'alienazione a trattativa privata invitando almeno tre soggetti.
2. Il prezzo sulla cui base si procede a trattativa è quello definito ai sensi dell’articolo 115.1, eventualmente decurtato del 5 per cento.
3. Il dirigente competente può altresì:
a) disporre ulteriori stime dopo ogni asta infruttuosa;
b) stabilire dilazioni di pagamento che possano agevolare l’acquisizione del bene;
c) su richiesta dell’aggiudicatario, autorizzarlo, nelle more della stipula del contratto, a presentare alle autorità competenti le istanze, segnalazioni o comunicazioni necessarie per la realizzazione dei lavori, con la possibilità di immissione nel possesso.
4. I beni immobili possono essere alienati altresì a trattativa privata in presenza di specifiche clausole di urgenza riferite all'esigenza di dover assicurare efficacia ed efficienza all'attività aziendale.
5. Ai fini di cui al comma 4, il direttore generale avvia la relativa procedura attraverso l'adozione
di apposita deliberazione che motiva il ricorso alla procedura predetta con riguardo all'esigenza di assicurare immediate risorse finanziarie da destinare al completamento dei programmi di
investimento.
6. La deliberazione di cui al comma 5:
a) specifica le caratteristiche del bene di cui al comma 4;
b) indica i soggetti da interpellare di cui almeno due pubblici, nonché, obbligatoriamente, la provincia ed il comune sul cui territorio insiste il bene stesso.
7. Nei casi di cui al comma 4, si può procedere anche con procedura di evidenza pubblica ridotta nei termini e negli obblighi di pubblicità
. ”.

Note del Redattore: