Menù di navigazione

Legge regionale 22 novembre 2019, n. 69

Disposizioni in materia di governo del territorio. Adeguamenti alla normativa statale in materia di edilizia e di sismica. Modifiche alle leggi regionali 65/2014 , 64/2009 , 5/2010 e 35/2015 .

Bollettino Ufficiale n. 53, parte prima, del 25 novembre 2019

Art. 31
Disposizioni per l'adeguamento alla normativa statale della disciplina sui mutamenti di destinazione d'uso senza opere alle disposizioni in materia di definizioni uniformi e di unificazione dei parametri urbanistici ed edilizi per il governo del territorio. Modifiche all'articolo 135 della l.r. 65/2014
1. Alla lettera a) del comma 2 dell'articolo 135 della l.r. 65/2014 le parole “
dei volumi
” sono sostituite dalle seguenti: “
delle volumetrie
” e la parola: “
fabbricabilità
” è sostituita dalla seguente: “
edificabilità
”.
2. Alla lettera b) del comma 2 dell'articolo 135 della l.r. 65/2014 dopo la parola: “
mutament
i” sono inserite le seguenti: “
urbanisticamente rilevanti
”.
3. La lettera c) del comma 2 dell'articolo 135 della l.r. 65/2014 è sostituita dalla seguente:
c) fermo restando quanto previsto dall’articolo 134, comma 1, lettera e bis), e comma 2 bis e dall'articolo 136, comma 2, lettera a bis), gli interventi di restauro e di risanamento conservativo, ossia quelli rivolti a conservare l’organismo edilizio e ad assicurare la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che, nel rispetto degli elementi tipologici, formali e strutturali dell’organismo stesso, ne consentano anche il mutamento urbanisticamente rilevante delle destinazioni d'uso purché con tali elementi compatibili, nonché conformi a quelle previste dallo strumento urbanistico generale e dai relativi piani attuativi. Tali interventi comprendono il rinnovo degli elementi costitutivi dell’edificio, l’inserimento degli elementi accessori e degli impianti richiesti dalle esigenze dell’uso, l’eliminazione degli elementi estranei all’organismo edilizio. Gli interventi di restauro e risanamento conservativo comprendono altresì gli interventi sistematici volti alla conservazione ed all’adeguamento funzionale di edifici ancorché di recente origine, eseguiti nel rispetto degli elementi tipologici, formali e strutturali dell’organismo edilizio;
”.
4. Alla lettera d) del comma 2 dell'articolo 135 della l.r. 65/2014 le parole: “
comma 2
” sono sostituite dalle seguenti: “
commi 1, lettera e bis), 2 e 2 bis
”.
5. Alla lettera e) del comma 2 dell'articolo 135 della l.r. 65/2014 le parole: “
un volume aggiuntivo
” sono sostituite con le seguenti: “
una volumetria aggiuntiva
”.
6. La lettera e bis) del comma 2 dell'articolo 135 della l.r. 65/2014 è sostituita dalla seguente:
e bis) i mutamenti urbanisticamente rilevanti della destinazione d’uso di immobili, o di loro parti, anche nei casi in cui non siano accompagnati dall'esecuzione di opere edilizie, ricadenti all'esterno delle zone omogenee “A” di cui al d.m. 1444/1968 o ad esse assimilate dagli strumenti comunali di pianificazione urbanistica
;”.

Note del Redattore:

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Parola così corretta con Avviso tecnico di errore materiale, pubblicato sul Bollettino ufficiale 12 febbraio 2020, n. 7.