Menù di navigazione

Legge regionale 3 aprile 2017, n. 16

Disposizioni per il recepimento degli accordi conseguenti il riordino delle funzioni provinciali. Modifiche alla l.r. 22/2015 e alla l.r. 70/2015 .

Bollettino Ufficiale n. 14, parte prima, del 5 aprile 2017

Art. 11
Disposizioni finali
1. Le province e la Città metropolitana di Firenze restano titolari dei rapporti che, quantunque relativi alle funzioni trasferite alla Regione, non risultano trasferiti ai sensi della presente legge e degli articoli 10, comma 16 bis, e 11 bis della l.r. 22/2015 , fino all'estinzione dei rapporti.
2. Per effetto del trasferimento dei beni immobili come individuati, ai sensi dell’articolo 10, comma 13, della l.r. 22/2015 , negli accordi recepiti dalla presente legge, cessano i vincoli che risultano posti dalla legislazione regionale sulla destinazione d’uso dei beni che, già trasferiti dalla Regione alle province e alla Città metropolitana di Firenze per l’esercizio delle medesime funzioni di cui all’articolo 2 della l.r. 22/2015 , restano nella proprietà delle province e della Città metropolitana di Firenze in quanto non più necessari, in tutto o in parte prevalente, all’esercizio della funzione da parte della Regione. Della cessazione del vincolo sul singolo bene immobile, e fatta salva la trascrizione della eventuale cessione in uso sulla parte del bene che risulti ancora destinata all’esercizio delle funzione regionale, si dà atto con provvedimento della struttura regionale competente, previa richiesta dell’ente locale.
3. Al fine di dare attuazione a quanto disposto dall’articolo 10, comma 13, della l.r. 22/2015 in ordine all’assunzione da parte della Regione degli oneri gravanti sugli immobili oggetto di trasferimento gratuito, alla Provincia di Pistoia è concesso un contributo, non superiore a euro 65.700,00, per l’estinzione del mutuo gravante, alla data del 1° gennaio 2017, sull’immobile di cui al punto 1.2 dell’allegato I, destinato al trasferimento in proprietà alla Regione. Il contributo è concesso a condizione che la Provincia di Pistoia documenti l’attività finalizzata all’estinzione del mutuo e l’ammontare delle risorse necessarie all’estinzione del debito residuo come risultante alla data della domanda di estinzione.