Menù di navigazione

Legge regionale 3 maggio 2011, n. 16

Modifiche alla legge regionale 24 febbraio 2005, n. 40 (Disciplina del servizio sanitario regionale).

Bollettino Ufficiale n. 19, parte prima, del 4 maggio 2011





PREAMBOLO


Il Consiglio regionale


Visto l’articolo 117, commi terzo e quarto, della Costituzione;


Visto l’articolo 4, comma 1, lettera z), dello Statuto regionale;


Vista la legge regionale 24 febbraio 2005, n. 40 (Disciplina del servizio sanitario regionale);


Considerato quanto segue:


1. L’articolo 40, comma 3, della l.r. 40/2005 , che impone alle aziende unità sanitarie locali, dove vi sia anche una sola zona priva di società della salute, di prevedere in statuto la figura del direttore dei servizi sociali, necessita alcune precisazioni per quanto riguarda le funzioni ad esso attribuite;


2. È opportuno introdurre, al fine di garantire al meglio la funzionalità e l’efficienza di tali organismi, alcune modifiche nell’organizzazione e nella composizione del Consiglio sanitario regionale e della Commissione regionale di bioetica, istituiti rispettivamente con la Sito esternolegge 30 settembre 1998, n. 71 e con legge regionale 13 agosto 1992, n. 37 ;


3. Per quanto attiene gli organismi di natura tecnico-scientifica, operanti in ambito sanitario, si rileva, come elemento imprescindibile, la garanzia della elevata professionalità dei componenti. Pertanto, si prevede l’inapplicabilità di alcune previsioni della legge regionale 8 febbraio 2008, n. 5 (Norme in materia di nomine e designazioni e di rinnovo degli organi amministrativi di competenza della Regione) agli organismi tecnici, di cui alla l.r. 40/2005 ;


4. È opportuno specificare che l’incremento del numero dei componenti del Consiglio sanitario regionale e della Commissione regionale di bioetica, non determina un aggravio di spesa sul bilancio regionale, in coerenza con la legge finanziaria per l’anno 2011;


Approva la presente legge