Menù di navigazione

Legge regionale 10 dicembre 1998, n. 88

Bollettino Ufficiale n. 42, parte prima del 10 dicembre 1998

Capo IV
VIABILITÀ
Art. 22
- Funzioni della Regione
1. Nella materia "viabilità" di cui agli artt. 97 e seguenti del decreto sono riservate alla Regione:
a) la programmazione pluriennale degli interventi da realizzarsi nel territorio regionale, sentite le Province, ivi compresi i preliminari studi di fattibilità relativi alle strade ed autostrade regionali;(10)

Lettera così sostituita con l.r. 16 gennaio 2001, n.1, art.22.

a bis) la progettazione e la costruzione delle opere relative alle strade regionali, programmate dalla Regione e indicate nelle deliberazioni della Giunta regionale di cui all'articolo 4, comma 1 della legge regionale 4 novembre 2011, n. 55 (Istituzione del piano regionale integrato delle infrastrutture e della mobilità (PRIIM). Modifiche alla l.r. 88/1998 in materia di attribuzioni di funzioni amministrative agli enti locali, alla l.r. 42/1998 in materia di trasporto pubblico locale, alla l.r. 1/2005 in materia di governo del territorio, alla l.r. 19/2011 in materia di sicurezza stradale); (61)

Lettera inserita con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18, art. 4.

b) il coordinamento delle funzioni attribuite alle province, relativamente alle strade regionali; (62)

Lettera così sostituita con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18, art. 4.

c) la verifica dei progetti delle strade regionali secondo le modalità indicate al comma 4; (10)

Lettera così sostituita con l.r. 16 gennaio 2001, n.1, art.22.

d) la determinazione dei criteri relativi alla fissazione dei canoni per le licenze, le autorizzazioni, e le concessioni, nonché per l’esposizione di pubblicità lungo o in vista delle autostrade e strade regionali;
e) la individuazione degli ambiti territoriali entro i quali l’esposizione di pubblicità è vietata o limitata, ai fini della tutela del paesaggio;
f) la concessione di costruzione e esercizio di autostrade e strade regionali, ivi compresa la determinazione delle tariffe;
h) la classificazione e declassificazione amministrativa (77)

Parola inserita con l.r. 6 dicembre 2017, n. 68, art. 1.

delle strade regionali e provinciali.
h bis) la predisposizione dei piani di contenimento ed abbattimento del rumore di cui all’articolo 10, comma 5, della legge 26 ottobre 1995, n. 447 (Legge-quadro sull'inquinamento acustico), relativi alle strade regionali nonché l’attuazione degli interventi ivi previsti; (42)

Lettera inserita con l.r. 5 agosto 2011, n. 39, art. 23.

h ter) l’elaborazione delle mappature acustiche e dei piani di azione, di cui agli articoli 3 e 4 del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 194 (Attuazione della Direttiva 2002/49/CE relativa alla determinazione e alla gestione del rumore ambientale), relativamente alle strade regionali individuate come assi stradali principali ai sensi dell’articolo 2, comma 1, lettera d) del medesimo decreto. (42)

Lettera inserita con l.r. 5 agosto 2011, n. 39, art. 23.

2. La Regione provvede alla individuazione della rete autostradale e stradale regionale e provinciale, a seguito del trasferimento di cui all’art. 101 del decreto, con deliberazione del Consiglio regionale, sentite le Province. Con la stessa deliberazione si provvede al trasferimento al demanio provinciale delle strade attribuita alla competenza delle Province, attribuendo alle medesime le risorse necessarie entro i limiti dei trasferimenti ricevuti dallo Stato.
3. La Regione promuove accordi di programma con le altre regioni interessate ai fini del coordinamento degli interventi sulle strade interregionali.
3 bis. La Regione promuove l'esercizio coordinato ed integrato delle funzioni proprie e di quelle trasferite agli enti locali tramite appositi accordi e convenzioni. (43)

Comma inserito con l.r. 4 novembre 2011, n. 55, art. 7.

4. Con apposito regolamento (41)

Regolamento regionale 2 agosto 2004, n. 41/R.

sono determinate le modalità di esercizio delle funzioni tecniche, amministrative e di controllo di competenza della Regione di cui al presente articolo. (12)

Comma così sostituito con l.r. 16 gennaio 2001, n.1, art.22.

4 bis. Con riferimento ai proventi di cui all'articolo 142, comma 12 bis, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo codice della strada), con deliberazione della Giunta regionale sono definiti, per le strade regionali:
a) le modalità per la determinazione della quota regionale dei proventi incassati dai soggetti accertatori delle sanzioni;
b) fatto salvo quanto disciplinato dal comma 4 ter, gli indirizzi per l'utilizzazione delle risorse di cui all'articolo 23, comma 3, in conformità a quanto previsto dal comma 12 ter del medesimo articolo 142 del d.lgs. 285/1992. (78)

Comma aggiunto con l.r. 6 dicembre 2017, n. 68, art. 1.

4 ter. L'utilizzazione dei proventi di cui all'articolo 142, comma 12 bis, del d.lgs. 285/1992, riferiti alla Strada di Grande Comunicazione Firenze-Pisa-Livorno, è disciplinata tramite convenzione fra Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Provincia di Pisa e Provincia di Livorno, in conformità alle finalità dell'articolo 142 del d.lgs. 285/1992. (79)

Comma aggiunto con l.r. 6 dicembre 2017, n. 68, art. 1.

Art. 23
1. Nella materia "viabilità" di cui agli artt. 97 e seguenti del decreto, ferme restando le competenze comunali per le strade vicinali,(4)

Frase aggiunta con l.r. 22 marzo 2000, n.40, art.1.

sono attribuite alle Province tutte le funzioni non riservate alla Regione o non delegate alle Province medesime ai sensi del comma 3, in particolare:
b) la classificazione, declassificazione e dismissione delle strade comunali. Alla classificazione, declassificazione e dismissione delle strade comunali si provvede d’intesa con i comuni interessati. Qualora l’intesa non venga raggiunta entro 6 mesi dall’inizio del procedimento, alla classificazione, declassificazione e dismissione delle strade comunali provvede la Regione. (5)

Lettera così sostituita con l.r. 22 marzo 2000, n.40, art.1.

3. Sono delegate alle Province le funzioni concernenti le strade regionali attribuite agli enti proprietari delle strade dalla legislazione vigente. Fatto salvo quanto disposto dall'articolo 22, comma 4 ter, (80)

Parole inserite con l.r. 6 dicembre 2017, n. 68, art. 2.

i proventi derivanti dall’esercizio di tali funzioni sono destinati alle ulteriori spese di manutenzione e pronto intervento sulle strade regionali, rispetto a quanto destinato annualmente dal bilancio regionale e, per una somma complessiva massima di euro 500.000,00 annui, al concorso per le spese relative al personale della polizia provinciale, in proporzione ai chilometri di strade regionali, ai fini dell’esercizio delle funzioni di vigilanza sulle medesime. (57)

Periodo così sostituito con l.r. 28 dicembre 2015, n. 82, art. 9.

3 bis. È attribuita ai Comuni la competenza per il rilascio della concessione per l’installazione e l’esercizio di impianti lungo le autostrade ed i raccordi autostradali. (15)

Comma aggiunto con l.r. 16 gennaio 2001, n.1, art.23.

3 ter. Entro il mese di marzo di ogni anno, le province e la Città metropolitana di Firenze comunicano alla struttura regionale competente, oltre alla stima dei proventi di cui al comma 3 per l’anno in corso ai fini della programmazione delle risorse regionali, la quota dei proventi di cui al comma 3 percepiti nell'anno precedente. Per tale quota, la comunicazione dà atto della quota di proventi già utilizzati e delle eventuali economie. Su proposta della provincia e previa autorizzazione della Giunta regionale, i proventi non utilizzati e le economie sono riutilizzate, entro l'anno successivo a quello della comunicazione, per la manutenzione delle strade regionali ed il relativo pronto intervento. (58)

Comma aggiunto con l.r. 28 dicembre 2015, n. 82, art. 9.

3 quater. Le somme non utilizzate entro l’anno successivo a quello della comunicazione di cui al comma 3 sono trasferite alla Regione nella misura del 50 per cento, anche attraverso equivalente riduzione dei trasferimenti annuali di cui al comma 3 medesimo, e vengono destinate alla gestione delle strade regionali. Il restante 50 per cento è destinato ad interventi per la sicurezza stradale delle strade regionali da individuare con deliberazione della Giunta regionale entro il 31 maggio di ogni anno, anche su proposta della Città metropolitana di Firenze o delle province interessate. Con la stessa deliberazione viene stabilito anche il termine per la realizzazione degli interventi, alla scadenza del quale le somme residue sono trasferite alla Regione, anche attraverso equivalente riduzione dei trasferimenti annuali di cui al comma 3. (58)

Comma aggiunto con l.r. 28 dicembre 2015, n. 82, art. 9.

Art. 24
- Disposizioni procedurali in materia di viabilità
1. Gli obiettivi, gli indirizzi e i criteri di ripartizione delle risorse destinate agli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria e alle nuove opere da realizzare sono definiti dal piano regionale integrato delle infrastrutture e della mobilità (PRIIM) di cui alla legge regionale 4 novembre 2011, n. 55 (Istituzione del piano regionale integrato delle infrastrutture e della mobilità “PRIIM”. Modifiche alla l.r. 88/98 in materia di attribuzioni di funzioni amministrative agli enti locali, alla l.r. 42/1998 in materia di trasporto pubblico locale, alla l.r. 1/2005 in materia di governo del territorio, alla l.r. 19/2011 in materia di sicurezza stradale). (44)

Comma così sostituito con l.r. 4 novembre 2011, n. 55, art. 8.

1 bis. In coerenza con l'elenco annuale del programma triennale dei lavori pubblici di cui all'articolo 128 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 (Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE), (64)

Parole inserite con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18, art. 6.

la Giunta regionale, con le deliberazioni di cui all’articolo 4 della l.r. 55/2011, definisce le azioni specifiche e le relative risorse, fissando altresì il termine per la relativa progettazione ed esecuzione delle opere. 45)

Comma prima inserito con l.r. 4 novembre 2011, n. 55, art. 8, ed ora così sostituito con l.r. 7 gennaio 2015, n. 2, art. 3.

1 ter. Qualora per la costruzione di nuove strade regionali o di interventi sulla viabilità di competenza della Regione, previsti negli atti di programmazione di cui ai commi 1 e 1bis, siano necessarie variazioni o integrazioni agli atti di governo del territorio, l'approvazione del progetto definitivo in sede di conferenza di servizi, indetta dalla Regione ai sensi dell'articolo 14 della legge 7 agosto 1990, n. 241 (Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi), costituisce variante agli stessi e apposizione del vincolo preordinato all'esproprio. A tal fine, la conferenza di servizi garantisce la partecipazione degli interessati secondo le disposizioni di cui agli articoli 11 e 16 del decreto del Presidente della Repubblica 8 giugno 2001, n. 327 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di espropriazione per pubblica utilità). Sul Bollettino ufficiale della Regione Toscana (BURT) è data notizia della indizione della conferenza dei servizi per l'approvazione del progetto, che è pubblicato sul sito istituzionale della Regione e degli enti locali interessati. I soggetti interessati possono presentare osservazioni entro i successivi trenta giorni dalla pubblicazione dell'avviso sul BURT. Le osservazioni sono riportate in conferenza di servizi, la quale si esprime motivatamente entro i successivi quindici giorni. Le varianti agli atti di governo del territorio sono efficaci, senza la necessità di ulteriori adempimenti, una volta divenuta efficace la determinazione conclusiva del procedimento. La determinazione è comunicata agli enti interessati per l'adeguamento dei propri atti. (81)

Comma inserito con l.r. 3 luglio 2018, n. 33, art. 1.

3 bis. La Giunta regionale presenta annualmente al Consiglio regionale, ai sensi dell'articolo 10, comma 6, della legge regionale 7 gennaio 2015, n. 1 (Disposizioni in materia di programmazione economica e finanziaria regionale e relative procedure contabili. Modifiche alla l.r. 20/2008) (56)

Parole così sostituite con l.r. 7 gennaio 2015, n. 2, art. 3.

, gli stati di realizzazione e i risultati dell'attuazione nell’ambito del monitoraggio del PRIIM di cui all’ articolo 4, comma 2, della l.r. 55/2011 . (46)

Comma aggiunto con l.r. 4 novembre 2011, n. 55, art. 8.


Note del Redattore:

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

V. BU 10 dicembre 1998, n. 42, Avviso: "Ferma restando l’entrata in vigore della legge in oggetto il quindicesimo giorno successivo alla sua pubblicazione, la decorrenza dell’esercizio da parte della Regione delle funzioni riservate dalla stessa legge alla Regione, attualmente di competenza statale e conferite alla Regione ai sensi del Sito esternodecreto legislativo 31 marzo 1998 n. 112 , è subordinata, secondo il disposto dell’articolo 7 dello stesso Sito esternodecreto legislativo n. 112/1998 , alla emanazione dei decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri di cui all’Sito esternoarticolo 7 della legge 15 marzo 1997 n. 59 che determineranno tale decorrenza."

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Il testo degli articoli è riportato in modifica alla l.r. 16 gennaio 1995, n. 5 .

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo abrogato con l.r. 20 marzo 2000, n.30 , art.19.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Frase aggiunta con l.r. 22 marzo 2000, n.40 , art.1.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera così sostituita con l.r. 22 marzo 2000, n.40 , art.1.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma aggiunto con l.r. 16 gennaio 2001, n.1 , art.18.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo così sostituito con l.r. 16 gennaio 2001, n.1 , art.19.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo prima sostituito con l.r. 16 gennaio 2001, n.1 , art.21, ed ora così sostituito con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18 , art. 2.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera così sostituita con l.r. 16 gennaio 2001, n.1 , art.22.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera abrogata con l.r. 16 gennaio 2001, n.1 , art.22.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così sostituito con l.r. 16 gennaio 2001, n.1 , art.22.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Rubrica così sostituita con l.r. 16 gennaio 2001, n.1 , art.23.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera prima sostituita con l.r. 16 gennaio 2001, n.1 , art.23, ed ora così sostituita con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18 , art. 5.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma aggiunto con l.r. 16 gennaio 2001, n.1 , art.23.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo prima sostituito con l.r. 16 gennaio 2001, n.1 , art.25, ed ora così sostituito con l.r. 9 novembre 2009, n. 66 , art. 1. La Corte costituzionale con Sito esternosentenza n. 314 dell' 11 novembre 2010 si è espressa dichiarando l'illegittimità costituzionale dell'art. 1 della l.r. 9 novembre 2009, n. 66 , nella parte in cui escludono la richiesta obbligatoria del parere del Consiglio superiore dei lavori pubblici.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera così sostituita con l.r. 16 gennaio 2001, n. 1 , art. 26.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo prima sostituito con l.r. 16 gennaio 2001, n. 1 , art. 27, ed ora abrogato con l.r. 29 dicembre 2003, n. 67 , art. 32.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo prima sostituito con l.r. 16 gennaio 2001, n. 1 , art. 28, ed ora abrogato con l.r. 29 dicembre 2003, n. 67 , art. 32.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo prima sostituito con l.r. 16 gennaio 2001, n. 1 , art. 29, ed ora abrogato con l.r. 29 dicembre 2003, n. 67 , art. 32.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Note soppresse.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Parole soppresse con l.r. 31 ottobre 2001, n. 53 , art. 17

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Note soppresse.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera abrogata con l.r. 24 febbraio 2005, n. 39 , art. 42.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Note soppresse.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma aggiunto con l.r. 21 febbraio 2008, n.11 , art.2.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo così sostituito con l.r. 9 novembre 2009, n. 66 , art. 2.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo così sostituito con l.r. 9 novembre 2009, n. 66 , art. 3.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo prima inserito con l.r. 9 novembre 2009, n. 66 , art. 4, ed ora abrogato con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18 , art. 11.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo prima inserito con l.r. 9 novembre 2009, n. 66 , art. 5, ed ora abrogato con l.r. 4 novembre 2011, n. 55 , art. 11.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo inserito con l.r. 9 novembre 2009, n. 66 , art. 6.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo inserito con l.r. 29 dicembre 2010, n. 65 , art. 128.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Periodo aggiunto con l.r. 21 marzo 2011, n. 10 , art. 53.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera inserita con l.r. 5 agosto 2011, n. 39 , art. 23.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma inserito con l.r. 4 novembre 2011, n. 55 , art. 7.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così sostituito con l.r. 4 novembre 2011, n. 55 , art. 8.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma prima inserito con l.r. 4 novembre 2011, n. 55 , art. 8, ed ora così sostituito con l.r. 7 gennaio 2015, n. 2 , art. 3.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma aggiunto con l.r. 4 novembre 2011, n. 55 , art. 8.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera così sostituita con l.r. 4 novembre 2011, n. 55 , art. 9.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera aggiunta con l.r. 4 novembre 2011, n. 55 , art. 9.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Parole così sostituite con l.r. 4 novembre 2011, n. 55 , art. 9.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma abrogato con l.r. 4 novembre 2011, n. 55 , art. 9.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera aggiunta con l.r. 4 novembre 2011, n. 55 , art. 10.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo abrogato con l.r. 27 dicembre 2011, n. 68 , art. 116.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Parole aggiunte con l.r. 28 maggio 2012, n. 23 , art. 26.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera aggiunta con l.r. 28 maggio 2012, n. 23 , art. 25.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma così sostituito con l.r. 18 marzo 2014, n. 14 , art. 5.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Parole così sostituite con l.r. 7 gennaio 2015, n. 2 , art. 3.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Periodo così sostituito con l.r. 28 dicembre 2015, n. 82 , art. 9.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma aggiunto con l.r. 28 dicembre 2015, n. 82 , art. 9.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo prima sostituito con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18 , art. 1, ed ora così sostituito conl.r. 9 agosto 2016, n. 58 , art. 36.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo così sostituito con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18 , art. 3.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera inserita con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18 , art. 4.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera così sostituita con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18 , art. 4.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma abrogato con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18 , art. 5.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Parole inserite con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18 , art. 6.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Nota soppressa.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Parole soppresse con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18 , art. 7.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera inserita con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18 , art. 8.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera inserita con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18 , art. 8.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera inserita con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18 , art. 8.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera inserita con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18 , art. 8.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Lettera inserita con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18 , art. 8.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma aggiunto con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18 , art. 8.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Comma inserito con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18 , art. 9.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Parole inserite con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18 , art. 9.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Articolo abrogato con l.r. 29 febbraio 2016, n. 18 , art. 11.

Ritorna alla nota nel testologo Nota del redattore

Parole inserite con l.r. 9 agosto 2016, n. 58 , art. 46.